La Rocca di Orzinuovi

Rocca di Orzinuovi

Piazza Giuseppe Garibaldi, 11,
25034 Orzinuovi BS

La Rocca di Orzinuovi, denominata anche Rocca di San Giorgio, è situata al centro dell’antico borgo murato, sorto nel XII secolo per volere della città di Brescia come presidio di guardia per porre rimedio alla instabilità territoriale del momento causata dai continui conflitti.

Essendo luogo di confine, passerà di mano in mano più volte dal Ducato di Milano alla Repubblica Veneta fino alla pace di Lodi (1454) per poi restare territorio della Serenissima fino alla sua caduta (1797). Nel 1471, sotto il dominio veneziano, divenne un nucleo strategico importante e si trasformò, dunque, in una fortezza militare. L’antico perimetro aveva un profilo pentagonale ed il borgo era contrapposto alla rocca di Soncino, sull’altra sponda del fiume Oglio, in territorio milanese. Nelle immediate vicinanze sorgeranno diversi castelli di proprietà dei Martinengo e diversi borghi fortificati che avevano la funzione di controllare e bloccare ogni via d’accesso.

Tra il 1456 e il 1477 iniziarono opere di ampliamento della Rocca: vennero costruiti quattro imponenti torrioni. A partire dal 1526 si decise di rendere il borgo orceano una città fortificata, potenziando i baluardi lungo le mura e ampliando la rocca. La forma della rocca venne definitivamente completata agli inizi del XVII secolo.

Verso la metà del Settecento la fortezza venne pian piano declassata per importanza dalla Repubblica Veneta che nel frattempo volgeva verso il suo declino storico. Con l’arrivo degli austriaci la cinta bastionata di Orzinuovi venne distrutta. Persa la sua funzione militare, fu abbandonata a se stessa fino a che il comune l’acquistò impegnandola in varie attività: fu sede di carceri, abitazioni civili e scuola. Attualmente al suo interno ospita una biblioteca, uno spazio espositivo, una neonata pinacoteca e una sala per incontri e manifestazioni culturali.

L’aspetto architettonico del fortilizio è molto eterogeneo a causa dei numerosi interventi di sistemazione e di potenziamento che ha subito nel corso degli anni. La parte più ampia è formata dalla costruzione primitiva quadrangolare con il mastio, di fine XIII secolo. Delle quattro torri ne sono rimaste solamente due, quelle meridionali. Su quella di destra sono presenti due lastre in pietra di Botticino raffiguranti il leone di San Marco (simbolo della dominazione veneta) e lo stemma di Orzinuovi (drago alato trafitto da una freccia). Durante alcuni restauri sono stati rinvenuti altri simboli interessanti: uno stemma visconteo e blasoni di autorità amministrative provenienti da Venezia che confermano il travagliato passaggio di queste terre per molti anni contese tra le due parti avverse.

dove mangiare

cosa vedere nei dintorni